Ascensori Esterni Milano

Gli ascensori esterni a Milano sono installabili in edifici storici e in immobili di vecchia costruzione che non dispongono di impianto elevatore interno.

L’installazione degli ascensori esterni a Milano, come in qualsiasi altra città italiana, è regolamentata da una serie di norme e prevede dei costi specifici. Le cifre necessarie all’acquisto e al montaggio variano a seconda di una serie di fattori. Prima di pensare ad un intervento di questo genere è bene informarsi su caratteristiche, norme e tariffe dei singoli modelli di ascensore.

Ecco, a voi un piccolo ed esaustivo elenco delle cose da sapere.

Ascensori esterni: caratteristiche

Gli ascensori esterni sono dotati di cabina con una o più pareti in vetro e apertura su strada. Si tratta di soluzioni comode e piacevoli dal punto di vista estetico, in quando gli utilizzatori possono vedere il paesaggio circostante.

Gli ascensori esterni a Milano, per esempio, favoriscono la visione degli spazi cittadini e possono funzionare da elemento architettonico di pregio per gli immobili. Il vano corsa è dotato di una struttura metallica e i vetri sono antisfondamento, in modo da garantire la massima sicurezza dei passeggeri. In genere, lo spessore di questo tipo di vetri si aggira sui 6 millimetri. Per la realizzazione è indispensabile una certa distanza tra la strada e l’immobile.

Normativa ascensori esterni

Gli ascensori esterni a Milano possono essere installati in edifici caratterizzati da un certo spazio esterno.

Una sentenza del Tar della Liguria del 2016 ha stabilito che l’ascensore esterno non va considerato come una nuova costruzione, ma come un volume tecnico progettato per apportare una innovazione agli stabili. I criteri progettuali degli ascensori sono regolamentati dal Decreto Legislativo numero 236 del 1989, che riguarda sia gli impianti destinati ai nuovi edifici che quelli destinati ai vecchi immobili. Nel caso cioè degli ascensori da esterni si parla di dimensioni minime consentite intorno ai 1,30 metri di profondità e ai 0,95 metri di larghezza, con pianerottolo di riposo esterno alla cabina della grandezza di almeno 1,50X1,50 metri.

Ovviamente, criteri e norme cambiano nel caso in cui l’ascensore in questione venga installato per l’utilizzo da parte di disabili.

Ascensori esterni prezzi

Gli ascensori esterni hanno prezzi variabili che dipendono da fattori come: il numero di piani da collegare, la necessità o meno di opere murarie e i giorni necessari all’installazione. I costi si riducono nel caso in cui è possibile usufruire delle agevolazioni previste dalla legge. Tali agevolazioni sono applicate a quelle opere mirate all’abbattimento delle barriere architettoniche e realizzate in favore dei portatori di handicap.

Queste ultime cioè si possono richiedere nel caso in cui l’ascensore sia stato realizzato per favorire la mobilità di diversamente abili o di anziani con difficoltà deambulatorie. Per questo genere di interventi le detrazioni Irpef si aggirano da un massimo del 50% ad un minimo del 36%. Non è possibile, dunque, stabilire a propri un cifra media valida per qualsiasi tipologia di ascensore.

Per farsi un’idea più precisa è possibile richiedere un preventivo per gli ascensori esterni a Milano utilizzando il form Contatti a fianco.